Una mia lettera aperta al governo giallo-verde

Cialtroni.
Il vostro difetto non è l’incapacità, ma l’arroganza.
La vostra colpa non è di non aver idea di come si governi un Paese, ma quello di credere di saperlo fare e di aver fatto credere di saperlo fare.
Vi siete smentiti su tutto. Avete dimostrato un’incompetenza abissale, tipica di chi crede di poter parlare di immunologia avendo studiato su Facebook, di politiche del lavoro avendo fatto lo steward al San Paolo o di riforma dello sport avendo fatto l’istruttore in una palestra della Virgin (gli esempi si riferiscono a fatti e persone realmente esistiti!).
Decine di piroette da circo non vi risparmiano il fatto di esservi dimostrati più trasformisti dei peggiori trasformisti.
Avete fatto retromarcia su Euro, Europa, salvataggi delle banche, streaming, impeachment, Tap, Tav, Ilva, chiusure domenicali, alleanze di governo, voti di fiducia, Nato, Ius soli, accise, condoni, trivellazioni, F35 e chissà quante altre cose. Sono talmente tante che non riesco a ricordare!
Siete il peggior governo della storia di questo Paese e siete riusciti a raggiungere questo traguardo in poco più di sei mesi. Nonostante questo non accettate l’evidenza di essere inadeguati.
Sarete spazzati via dalla storia, questo è certo.
Ma prima farete dei danni. Tanti.
Lascerete morti e feriti sul campo (e in mare) e ci vorrà del tempo prima di poter calcolare per bene il disastro creato e il deserto intellettuale e morale che avrete generato.
Sì, perché oltre ai danni all’economia, al mondo del lavoro, alla salute (proprio quella fisica) del Paese, alla capacità di aver ridato polmoni a odio, rabbia, razzismo, fascismo ci saranno anche danni che non si potranno quantificare con la calcolatrice, quelli che farete agli esseri umani. Non mi riferisco (solo) agli stranieri con la cui vita giocate, tenendoli in mezzo al mare in un modo disumano o ai clochard a cui vi bullate di buttare le coperte in un cassonetto, ma al cervello e all’umanità di tanto nostri connazionali, specialmente quelli più giovani. State insegnando ai ragazzi, ai nostri giovani, che studiare non serve a niente, state seminando incompetenza, bullismo, arroganza, sfregio delle istituzioni di qualunque genere.
Siete riusciti a sbeffeggiare lo Stato, la Chiesa, il Presidente della Repubblica, il Papa.
Avete sventolato il Vangelo e il Rosario usandoli come quei fondamentalisti dai quali ci dite di volerci difendere. Un po’ come offrire un bicchiere di acqua zuccherata dentro a cui c’è una pillola di veleno. È perfino peggio dell’essere crudeli e basta: significa essere crudeli con metodo, con premeditazione. Quelle persone in difficoltà (di nuovo parlo dei nostri concittadini non degli immigrati) che avete strumentalmente usato per raggiungere il vostro scopo, sono la vostra spada di Damocle e saranno proprio loro a travolgervi e a spazzarvi via. Proprio quelle persone che hanno paura, che fanno fatica davvero (mentre la madre della vice Presidente del Senato ricorre al Tar, perdendo, alla richiesta di lasciare una casa popolare). Proprio perché avete giocato con la loro paura e rabbia.
Nel frattempo continuate pure ad attaccare quella che voi chiamate élite.
Per dire, avete schedato gli uomini di scienza. Sono operazioni che se aveste studiato un po’ di storia, vi farebbero venire in mente qualcosa di già visto.
Sicuramente, ai più anziani, qualcosa viene in mente di sicuro: ne hanno già viste di persone come voi.
Peggio di voi, forse, no. Non credo sia possibile, ma di gentaglia arrogante e inadeguata ne è già passata tanta e alla fine, ineluttabilmente, è stata spazzata via. Non passerà giorno, in questo 2019, in cui io e tanti altri faremo tutto il possibile per accelerare il fatto che voi diventiate un orribile ricordo. Qualcosa di talmente spregevole da non poter dimenticare, in modo da diventare uno di quei vaccini, ai quale (infatti) non credete.
Voi e i vostri eroi, bulletti di periferia, che buttano nei cassonetti le coperte ai senzatetto, che sfilano urlando slogan razzisti, che metteranno in tasca il reddito di cittadinanza (se mai almeno questo lo farete) continuando a lavorare regolarmente in nero, che condoneranno un’evasione fiscale o una casa fuorilegge a Ischia.
Un po’ come quei sciacalli che ridevano alla notizia del terremoto. Ricordate? Un po’ come quegli artigiani che: “Finalmente al governo qualcuno di onesto! Dottore, facciamo 120 euro con la fattura o 100 cash e non ci pensiamo più?”
Già, “l’onestà tornerà di moda” dicevate, insegnando al Paese la disonestà.
Siete macellai che si fingono chef di ristoranti vegani.
Vi ha presi a schiaffi istituzionali il Presidente Mattarella, nel suo discorso al Paese, vi prenderà a schiaffi il Paese, democraticamente, ci mancherebbe.
Perché questo è il Paese di Dante Alighieri, di Leonardo, di Michelangelo, di Giotto, di San Francesco, di De Gasperi, di Einaudi, di Togliatti, di Berlinguer, di Pertini e guardate cosa arrivo a dire, cari cialtroni, persino di Almirante.
Questo è il Paese di Venezia, di Firenze, di Siena, di Roma, di Napoli, di Palermo, di Torino. Dell’arte, della cultura, della scienza, della tecnologia, della biodiversità. Ma come è possibile che tutto questo sia finito nelle vostre mani sciagurate? Non solo qualcuno lo ha permesso, creando un vuoto riempito dal vostro livore e dalla vostra arroganza, ma c’è anche chi ha preferito stare a guardare.
“Odio gli indifferenti”, diceva Antonio Gramsci e io non sopporto più né voi né tutti quelli che vi stanno a guardare, senza fare o dire niente.
Siete la sciagura di questo Paese, che grazie al cielo, è talmente grande, pieno di intelligenza e di bellezza che vi spazzerà via e vi condannerà a dover rappresentare per sempre l’esempio perfetto dell’incompetenza assoluta, del vuoto morale e culturale.
Io non vado via.
Resto qui a presidiare il territorio e a fare quello che posso per restituirlo, ripulito da questa immondizia, a chi verrà dopo grazie a una doppia operazione: un Risorgimento, che ci restituisca un’unità nazionale vera, (niente a che fare con quello che fate finta di raccontare) e un Rinascimento, di bellezza, di cultura, di ambizioni, di sogni.
Io non vado via. Resto qui, perché il mio Paese lo rivoglio indietro.
E quando infilare un messaggio di odio fra un paio di foto di gattini o del piatto della cena non funzionerà più, questo Paese ritornerà ad essere il più bello del mondo.
Sì, perché questo crimine è proprio imperdonabile: avete imbruttito il Paese più bello del mondo. Siete vandali che hanno disegnato i baffi sulla tela della Gioconda, avete abbattuto con le vostre ruspe il Colosseo e la Torre di Pisa, avete imbrattato con lo spray e con una frase volgare e sgrammaticata il marmo della Valle dei Templi.
Ricostruiremo, ripuliremo e ricorderemo.
Perché siete un pericolosissimo niente, ma non ci sarà nessuna damnatio memoriae per voi.
La vostra maledizione sarà nell’essere ricordati, per sempre.
Come i peggiori.

Senza nessun affetto,
Mauro

PS: Il testo è un po’ lungo forse vi siete fermati alla prima riga. Beh, per voi è sufficiente.
Bacioni.

111 Commenti

  1. Federico

    Non avrei saputo scegliere parole migliori. Grazie per aver messo la tua visibilità a disposizione dell’Italia che ancora ragiona.

    • Francesco

      😘🤩👍✊👏👏👏 Sono completamente d’accordo con te.

    • valentino

      Condivido parola per parola e spero che, quando ce ne sarà l’occasione, gli italiani sappiano ricordarsi del potere che hanno in mano e, non restando a casa, quindi partecipando al voto con numeri più “decenti”, li mandino democraticamente a casa.
      Il difficile sarà trovare qualcuno che riesca a sostituirli dato che, al momento, le altre forze sono divise per loro beghe interne

    • Francesco

      HAI SCRITTO UNA BELLISIMA LETTERA CHE MI FA BENE AL CUORE,CONDIVIDO COMPLETAMENTE .SPERIAMO CHE GLI ITALIANI SI SVEGLINO ,PER MANDARE TUTTA QUESTA CRICCA AL PAESE PRIMA CHE FACCIANO TROPPI DANNI.

    • E’ semplicemente perfetta! La vera Utopia non è l’Anarchia,come dicono, ma avere governi e parlamemto(Non solo in Italia) composti da persone capaci,serie e soprattutto oneste !Complimenti! Ciao

  2. Sono talmente d’accordo che non aggiungo altro e condivido su fb immediatamente

  3. Federico

    Grandissimo coach! Ha riassunto alla perfezione la situazione del nostro (ex) Bel Paese. La saluto con stima ed ammirazione

  4. Standing ovation per te, caro omonimo!

  5. Marsia

    Parole bellissime e vere però dovrebbero seguire dei fatti, dovremmo unirci in qualche modo per smuovere sti pidocchi dai nostri capi!!

  6. Roberto Prandino

    Bravo Mauro, hai fatto un ritratto perfetto di questa banda di buffoni che è riuscita ad andare al governo (non riesco ancora a capire come ci siano riusciti!). Lo condivido su Fb ma dubito che qualcuno arrivi a leggerlo fino in fondo, i like saranno la prova per valutare le mie amicizie.

  7. Lydia Madonia

    Uninformed, uneducated, unprepared to govern. This is your government today. You knew who they were before they governed. Di Maio is not the politician with depth, competence and experience. Salving has the know-how necessary to appeal to the masses. How did they happen in the first place? Thanks to the void left by the leading parties. Don’t blame these buffoons who call themselves leaders. Blame all the Italians who fell for them. But more importantly blame those parties who have led Italy to this terrible decision. It is their inability to listen, to respond and to act that enabled this dangerous band of hooligans to govern a country. Blame them. And by the way, look around. Many other countries are suffering the same fate. Imbelice leaders abound all over the world. It’s up to each citizen to decide the destiny of his country. Time for Italians to stand and be heard.

  8. Marco

    Mamma mia che tristezza.
    Come fa una perdona così poco lungimirante ad evere successo?
    Sono arrivato a metà non si può sopportare oltre.
    Riasdunto: un erba un fascio.

  9. Ottima sintesi. Troppe volte sentiamo dei mea culpa, dei tentativi di capire dove hanno sbagliato i governi precedenti, cosa non abbiamo capito noi. Ora basta. Se ci fossero dei serial killers in giro andrebbero prima di tutto chiamati per ciò che sono e fermati, prima di analizzare i loro genitori o criticare la società che li ha generati. Va detto chiaramente ciò che appare ormai ovvio . Il re è nudo, punto.
    Questo governo è esattamente come descritto da Mauro. Ha già fatto troppi danni.Va fermato

  10. Achille Felizzi

    Egregio Mauro, dal tuo punto di vista non hai tutti i torti ma come si è creata questa situazione che ti da tanto fastidio ? Se non te lo sei chiesto, perchè gli italiani hanno scelto questo, democraticamente? Spero tu non sia arrogante peggio di chi giudichi!

  11. Massimo

    Condivido. Punto. Ma non mi preoccupano le sparate dei due leaders (uno soprattutto, e non è Salvini) quanto riuscire a capire come far rinsavire i milioni (sic) di persone che li hanno fatti arrivare dove sono oggi.

    • Lamberto

      “Ahi serva Italia, di dolore ostello,
      nave sanza nocchiere in gran tempesta,
      non donna di provincie, ma bordello”.
      Così diceva Dante, il ghibellin fuggiasco, con poetica sintesi, prima di invocare l’Alberto tedesco. A parte il dettaglio della premessa, non ho visto, al termine dell’inventiva del dr Berruto, alcun suggerimento di un potenziale “Alberto tedesco” affinché intervenga per prendere in mano le redini del destriero, come fece Dante con Alberto I d’Asburgo, ammonendolo: “guarda come esta fiera è fatta fella per non esser corretta da li sproni”.
      Avete idea di chi potrebbe essere il nostro “Alberto tedesco”? La storia, remota e recente, non ci aiuta.

  12. Danilo Migoni

    D’accordo su tutta la linea. Assolutamente. E ci mancherebbe pure… Ma siamo consapevoli del fatto che il successo elettorale di chi millanta la riscossa della giustizia sociale, la rinascita morale e il rilancio economico del Paese, la trasparenza, ecc. ecc., è innanzitutto di chi questi obiettivi li ha clamorosamente mancati per decenni. Non si tratta di puntare il dito solo verso la classe dirigente però! Certamente le opportunità mancate, soprattutto dalle “sinistre” avvicendatesi al governo sono innumerevoli. Ma una persona molto più importante di me diceva (e cantava) che la libertà è partecipazione. Quindi, mi sento corresponsabile se il pensiero cui proviamo a dare voce ormai appartiene ad una minoranza. Ho il diritto di difenderlo, ma il dovere di non agire semplicemente come chi conserva in una teca reperti preziosissimi. Altrimenti anche il mio diverrebbe un peccato di arroganza.

  13. Daniela Martinolich

    Grazie, in sintesi “armiamoci e restiamo”.
    Io ci sono.

  14. Le tue parole pungenti esprimono la triste attuale realtà italiana, triste quasi quanto i volti di bambini, donne, uomini che scappano da una vita dura, dove fame, sete, malattie e guerre dilaniano i loro paesi e le loro vite! Scappano sperando di approdare in un “mondo” più equo, ma purtroppo di equo in questa Italia è rimasto ben poco, grazie a pochi ignoranti che peccando di superbia distruggono senza competenza alcuna, pensando di costruire qualcosa di grandioso…
    Caro Mauro anch’io resto in questa nostra Italia, nonostante le offerte di lavoro dalla vicina Germania, resto perché voglio credere nel nostro paese e riavere la nostra cultura, la nostra storia e veder spazzati via gli incompetenti che credono di arrivare, sulla scia di un voto di protesta, senza un titolo di studio in materia, senza esperienza alcuna, senza un briciolo di umiltà e senza sapere che “l’ignoranza è l’origine di tutti i mali”… ma non mi stupisco più di nulla, del resto, di fronte al nome Socrate, questi individui penserebbero certamente ad una nuova app per il loro smartphone o a un nuovo social network su cui scrivere idiozie…
    Luca

  15. Antonio

    Perché non ha scritto una lettera simile a Berlusconi quando faceva leggi ad personam? Perché non ha scritto a Renzi quando ha massacrato scuola e lavoratori?

    • Roberto Negro

      Veramente il massacro di scuola e lavoratori lo stanno facendo questi. I numeri di Renzi e di questi sono lì a dimostrarlo, basta leggerli senza preconcetti.

  16. emanuele Ludovisi

    Condivido TUTTO….!!! E chiedo…dove erano tutti gli intellettuali, i grandi sapienti, i grandi costituzionalisti, i grandi filosofi…quando all’orizzonte, 3…4 anni fa…alle persone con un po’ di sale nella zucca era già ampiamente prevedibile cosa si stava preparando…?

  17. pier luigi

    Il testo è bellissimo e corrispondente alla realtà.Il problema tuttavia è che i cittadini si stanno abituando a nozioni anticulturali che stanno spingendo il popolo a vedere e valutare giorno per giorno porzioni di populismo e statalismo che mirano a disumanizzare la personalità a vantaggio di cose che sono fine s se stesse e all’egoismo personale.

  18. Ernesto

    Condivido tutto. Grazie per aver dato voce al pensiero che auspico torni ad essere quello della maggioranza degli italiani.

  19. Imelde Rossi

    Ti ringrazio per avere espresso anche quello che penso,facciamoci sentire!!

  20. Bruno Mira

    Una perfetta sintesi dell’attuale governo, condivido totalmente le tue parole con particolare riguardo al degrado morale che questi improvvisati governanti provocano nel paese e nei giovani in particolare.
    La loro dannazione sarà quella di essere ricordati come i peggiori. Attenzione però che questo governo gode di un largo consenso nel paese.
    Caro Mauro, a te a me e per fortuna, a tantissimi altri Italiani, questo governo è quanto di peggio possa esprimere la classe politica, ma la maggioranza degli Italiani approva questo governo ed il suo operato tout court.
    Forse il problema allora non è il governo dell’Italia ma gli Italiani che lo hanno votato.
    Homo quisque faber ipse imperii suae

  21. Marco Momigliano

    Tutto giusto. Avrei aggiunto qualche parola per Conte, forse più colpevole perché meno ignorante, vanitoso fino al punto da cercare di far passare con le menzogne un insignificante incontro privato col Papa per un “grande evento”. Aggiungo che siamo messi male, chiunque li sostituirà dovrà riuscire a far digerire alla maggioranza che, purtroppo o per fortuna, ma il discorso si farebbe lungo, questo tipo di pacchia consumistica è finita. Bisognerà lavorare tutti sodo solidali e ben condotti per avere comunque in futuro un po’ meno in termini economici, credo infatti sia questo il destino a breve del mondo occidentale. Ovviamente meglio di questa situazione che ci porterebbe ad avere molto molto molto di meno in termini economici e fare pure gli stronzi.

    • Roberto Negro

      Condivido pienamente, soprattutto il concetto che “la pacchia è finita” (direbbe Salvini se avesse il Q.I. sufficiente) per tutto l’occidente. Almeno da dieci anni, aggiungo io.

  22. Andrea

    Grande, esprime bene in che banda di avventurieri siamo incappati, ma non sarei così ottimista sul facile superamento di questa situazione, si sa che il tempo è galantuomo, ma non si sa quanto impiega a ricordarselo.
    C’è in giro un sentimento anti stranieri, il soddisfacimento del quale, fa superare alla gente qualsiasi altra nefandezza e cialtronaggine commessa; basta sentire i discorsi e i pensieri che vengono espressi in giro.
    Grazie
    Cordiali saluti Andrea

  23. GIOVANNI

    nel 1965 stavo tornado in nave dall’Australia, ove avevo lavorato per cinque anni, e ebbi modo di leggere un libro dalla bibbliteca della nave: L’ultimo Urra. Si tratta della storia vera di un capace e onesto sindaco di Boston che dopo vari mandati perse le elezioni. … e nel testo alla fine la spiegazione del vecchio amico: “si può perdere anche per il semplice desiderio di cambiamento .. e non è detto che si vada verso il meglio o il peggio” – a noi è toccato sicuramente il peggio .. niente paura – basta attendere!

  24. santino

    Grande hai detto tutto, non c’è altro da aggiungere, sperando che quei signori che hanno votato questi signori se ne rendano conto al più presto.

  25. FRANCESCO

    Purtroppo ma credo non siano gli ultimi Salvini e Di maio credono che l’Italia sia un Paese dove il lavoro esiste ancora.
    Io intendo le occasioni di lavoro qualificate e ben remunerate.
    Purtroppo a mio modo di vedere oggi la qualità del lavoro è molto bassa per effetto della globalizzazione forse o magari per mancanza di meritocrazia, fatto sta che tutto o quasi il lavoro dall’Italia si sta spostando all’estero.
    Di Maio con il reddito di cittadinanza crede di ridurre le sperequazioni ma non si è accorto che l’impoverimento riguarda tutti soprattutto il ceto medio e produttivo, sembra che da parte sua più che di Salvini ci sia quasi il desiderio di accompagnare l’italia ad essere consapevolmente la periferia d’Europa.

  26. MARIA GRAZIA

    niente da aggiungere, niente da eccepire

  27. Nicola

    Non credo serva a molto indignarsi. Come direbbe Spinoza, i fatti vanno capiti. Ma cosa c’è da capire? Che un popolo di brave persone si è fidato di un branco di cialtroni? Si credo che proprio questo sia il problema: il popolo ha sempre ragione o no? Io penso di no… Tuttavia è con questo popolo che dobbiamo vedercela. Per citare Brecht: “Una leggenda d’oro avevamo inventata, ma poi strada facendo, in male s’è cambiata.” Bisogna fare in modo che “alla fine il giusto non sia sempre battuto. Presto pensate come ciò sia attuabile! Una fine migliore ci vuole, è indispensabile.” (da “L’anima buona del Sezuan”)

    • reali problemi della società italiana anche globale, è la grande informazione, sin dalla sua nascita, è sviluppata precocemente non con la realtà nell’informazione ma attraverso le “fake news”. Oggi con l’immenso sviluppo della tecnologia informatica, le false notizie rendono il cervello del genere umano purtroppo “indefesso”

  28. In perfetta sintonia culturale e politica ma principalmente sociale-istituzionale con il suo pensiero nella situazione reale del nostro fantastico Paese Italia di oggi. Dal mio punto di conoscenza ed osservazione la responsabilità politica italiana di oggi deve essere divisa da due particolari reali responsabilità politiche: la prima del partito “PD” ha usato eccessivo “buonismo” sulle difficoltà economiche della nostra società territoriale, la seconda il crescere della forza politica qualunquista e sovranista(m5s e lega Salvini), dovuta principalmente al giornalismo italiano in tutte le sue attività informative, elevando all’eccesso le dimostrazioni di piazza del “grullo parlante comico” sapendo di fare breccia mentale ai poveri cittadini italiani con il “cervello indefesso”.

  29. Caro Matteo , e amici, non c’è bisogno di attardarsi, condivido l’esame della situazione politica e culturale, è urgente rimboccarsi le maniche e lavorare da subito ad intrecciare di nuovo una seria unità degli uomini e delle donne che vogliono la pace, la condivisione del bisogno e delle libertà insieme, la consapevolezza che non serve più la lotta, la violenza, lo scontro, ormai è il tempo di una nuova unità, come nella resistenza, ora dobbiamo ricreare l’essere, il bene comune, la bellezza, l’arte, lo sviluppo per ciascuno e per tutti, è l’ora di una nuova “rinascenza” del paese, delle libertà, della creatività di maturare il meglio dell’essere umano, l’obiettivo di amalgamare l’eccellenza della vita di ogni giorno. Sono forse già grande ma pronto a vivere come un bambino di bello.

  30. egido gatto

    Ti ho ammirato quando allenavi la Nazionale Ti rispetto perché hai sempre dimostrato coerenza e Ti ringrazio perché sei riuscito ad esprimere il Mio pensiero in tutto e per tutto quello che hai detto. Penso anch’io che saranno travolti dal Loro stesso fango .Saluti Egidio

  31. adelmo

    grazie Mauro di questa bellissima filippica che è uno strale con il puntale al vetriolo ad un governicchio di improvvisati, incapaci e presuntuosi, che presto dovranno rassegnare le dimissioni. Tante lance come la tua, annienteranno i nemici del popolo Italiano al quale stanno infliggendo danni incalcolabili, basta leggere i dati giornalieri, sullo spread, sulla riduzione della produzione industriale, sulla riduzione delle vendita di auto, sulle prospettive di decrescita del PIL nel prossimo anno, sulla disoccupazione in ripresa, sulla ridotta credibilità del Paese, sulle scarse dinamiche attrattive di investimenti in Italia, sull’abbandono dell’istruzione, della formazione, compreso quella professionale che Di Maio va a cercare nell’Università, mi pare del Minnesota, mutuando la figura del Navigator che a suo dire dovrebbe riqualificare i soggetti disoccupati per reintrodurli nel mondo del lavoro. Queste sono favole da stregoni e fattucchieri e presto gli Italiani se ne accorgeranno. Hanno accantonato consulenti, advisor e alti funzionari e castigato rispetto e stima di chi ha meritato per essersi speso una vita intera, nei diversi settori delle attività umane per produrre ricchezza e migliorare le condizioni di vita della collettività ed ora si vedono trattati come un limone che dopo essere stato strizzato può essere buttato nei rifiuti organici, annullando con uno atto di governo, principi universali e dogmi del diritto sanciti dalla Costituzione, dal Tratto UE e dal diritto romano, perciò che durano da duemila anni.
    Il metro di giudizio di questi sciocchi e sciagurati non è certo il merito, a cui pure avrebbero dato (solo a parole), il loro consenso, ma è la loro miserabile condizione umana di ignoranza per assenza grassa di cultura e carenza di argomenti. In preda al delirio di onnipotenza che può scattare solo ad un febbricitante di fanatismo come Di Maio che osa affermare ” siamo al boom economico ed elimineremo la povertà da questo Paese!
    L’effetto boomerang di queste parole gli si ritorcerà contro e non sarà la povertà ad essere spazzata via (ma ciò lo preconizzo con disappunto), ma sarà spazzato via lui, con tutti i suoi accoliti, masnada di cialtroni e nulla facenti prima di governare. Come possono presumere che le loro scelte insensate possano produrre effetti catalizzatori per la ripresa, per l’occupazione e l’economia in generale, quando i primi segnali, peraltro molto eloquenti, manifestatisi appena dopo i roboanti proclami sono di segno opposto? Ritengono premiale la loro condizione attuale, e come ebbe a dire Salvini al Procuratore di Torino Dott. Spataro che lo sconfessava per aver dichiarato con l’istruttoria ancora in corso di aver preso alcuni delinquenti,che quelle dichiarazioni alla stampa o sui social non erano una prerogativa del Ministro dell’Interno, ma della Magistratura inquirente, ” io sono stato investito dell’autorità espressa da milioni di voti di Italiani, mentre Spataro non rappresenta nessuno, se è stanco se ne vada in pensione”. Questa è pura arroganza del potere e male ha fatto il Dott. Spataro se non ha lasciato in eredità alla Procura indagine di reato su simile affermazione che dileggia la magistratura ed è sprezzante ed irriguardoso esempio per gli italiani che sono sempre vissuti e vogliono continuare a vivere nell’osservanza delle norme del viver civile, scevri da sviamento di un corretto rapporto istituzionale tra i poteri dello Stato.
    Una prima resa dei conti, sono certo, ci sarà dopo le prossime elezioni europee quando il colore giallo del M5S si trasformerà in rosso fuoco, in livore per la perdita di una significativa percentuale di consensi che invece guadagnerà la lega, e presumo che la perdita dell’uno sarà inversamente proporzionale al guadagno dell’altro, secondo il principio dei vasi comunicanti, a condizione però:
    – di un ricompattamento di tutta la sinistra ad opera del PD, recuperando anime sparse, accantonando rancori e permalosità;
    – mantenendo aperta la porta al centro per future alleanze di governo, poichè non credo al sondaggio che vede Forza Italia retrocedere dall’attuale 14 all’8%, subordinatamente alla candidatura di Berlusconi. Il PD dovrebbe spingere perchè Berlusconi scenda nuovamente in campo stabilendo un link per future alleanze, posto che la sua presenza vale quanto meno un 6% in meno per la lega.
    Mi spiace, ma l’attuale governo passerà alla storia come un governicchio che esaurirà la sua azione in breve tempo ed i sintomi delle crepe che si aprono,li avvertiamo ogni giorno; ultimo in ordine temporale, l’accoglienza in Italia degli immigrati (donne e bambini recuperati in mare dalla Nave Sea Whatch) decisa da Conte, inaudita altera parte (Salvini) (almeno così avrebbe voluto farci credere il segretario della lega che ha provocato una riunione del Consiglio dei Ministri notturno per salvare la sua faccia). E’ stata eseguita la volontà del P.C.M. Conte, e Salvini si è adeguato retrocedendo dalla posizione d’intransigenza iniziale sbandierata ai quattro venti. Avrebbe potuto evitare una notte insonne ai membri del Governo, considerato che, già quando si recano al lavoro ben riposati, dimostrano conclamata incapacità, incompetenza e presunzione; figuriamoci se vanno con il cicaleccio negli occhi e la mente stanca e turbata dall’insonnia, i danni divengono esponenziali!

  32. Caterina

    Grazie
    Grazie
    Grazie

  33. Teresio Delsignore

    Caro Mauro,
    Mi sono permasso di condividere su FB la tua lettera integralmente, dato che non riuscivo a trovare parole mie nel manifestare il mio pensiero a riguardo di questo “governo” assurdo e che mi auguro, come tu scrivi, diventi presto solo una brutta pagina della storia del nostro Bel Paese.

    Cordialmente
    Teresio Delsignore

  34. continua a fare l’allenatore.
    bene o male la maggioranza anche se molto relativa l’hanno avuta loro quindi falli governare.
    se eravate cosi’ bravi e non siete stati rieletti vuol dire che anche a voi qualcosa mancava.
    Infine se il ns. Paese e’ arrivato a questo punto un po’ di colpa l’avere anche voi che ci avete guidato o spinto fino al punto di votare il primo venuto invece dei soliti.
    La situazione non piace neanche a noi e non ci voleva un genio per descriverla, ma e’ quella che abbiamo e fino alla fine di questo Governo ci tocchera’ subirla o condividerla (dipende a chi avete dato la fiducia), ma fatti una domanda: prima di “loro” chi c’era ?

    • Roberto Negro

      Subirli o condividerli? Falli governare? A parte il fatto che in questa situazione si tratta di legittima difesa, direi che hai un ben curioso concetto della democrazia. Secondo te l’opposizione cosa ci sta a fare? Sostieni che siamo messi male, ma mi pare che come impostazione non ti discosti molto dal carrozzone Lega-M5S.

  35. ROBERTO

    Grazie, quello che avrei voluto dire io ma, non sapevo dirlo bene come hai fatto tu. Ancora un grandissimo grazie!

  36. Sono molto dispiaciuto perché non ricevo la Nove e non ho potuto vedere Firenze e Matteo Renzi. Io che sono appassionato studioso di arte e storia, avrei tanto voluto vedere il tuo lavoro. Peccato!
    L’Italia va sempre peggio e non solo dal punto di vista economico,il governo giallo-verde é anche peggio di qualsiasi governo Berlusconi. Si stanno gloriando per aver catturato Battisti, ma quanti ricercati latitanti sono stati arrestati durante i Governi del PD? E non abbiamo fatto le celebrazioni a Ciampino ed in tutta Italia, alla presenza di Ministri etc. Hanno arrestato due ex Magistrati ed hanno trovato il modo di tirare in ballo di nuovo Tiziano Renzi: fanno veramente pena.
    Ho ascoltato Zingaretti dall’Annunziata, non andrò a votare alle Primarie perché non ci sei tu Matteo Renzi. Il PD é sempre più in disarmo ed i suoi sistemi non sono più accettati dagli Italiani… quelli veri non i 60 milioni che sbandierano Salvini, Di maio e le loro truppe. Di maio é un assoluto incapace, ma Salvini costituisce un grave pericolo, per la nostra LIBERTA’ e per la nostra DEMACRAZIA. Forza Matteo, siamo veramente molti con te: FORZA !!!!

  37. Daniele

    Grazie Mister.

  38. No, letto e condivido tutto, bisogna tenere duro e combatterli su tutto, con determinazione e se serve , anche la piazza..e continuamo

  39. Arianna

    Rispondo con una parola :esemplare!

  40. Caro Mauro ti ho ammirato tante volte come sportivo praticante da allenatore. Oggi ti ammiro come uomo ricco di sentimento e di voglia di onestà e di giustizia. Grazie per avere detto quello che penso e che mi fa avere speranza nel futuro del nostro amato paese.

  41. Maria Previtali

    Grazie, mille volte grazie

  42. Anna Maria Palma

    Grazie, sottoscrivo questa analisi e
    GRAZIE,GRAZIE GRAZIE

  43. Fauzia

    Condivido in pieno le sue riflessioni e il suo sfogo e SOPRATTUTTO la volontà di non lasciare in mano a queste persone il nostro paese. Grazie

  44. Piera

    GRAZIE,mi sono commossa.
    Dovrebbe diventare un manifesto della resistenza tutta.
    …un pericolosissimo niente…
    Per noi e per i nostri figli.

  45. Gloria

    Ho letto tutto, fino all’ultima virgola, e diamine, mi ritrovo in tutto quello che ha scritto.
    Grazie!
    Sono con lei.
    Mi dica cosa devo fare per aiutarla e lo farò.
    Gloria

  46. Mirko

    Forte,caustico,chiaro. Concordo totalmente sull’analisi e sulle valutazioni . Mi chiedo ancora come ciò sia potuto accadere. Credo che , da positivo quale sono, anche questo periodo orribile , possa servire a generare reazioni positive. Quando parlo con coloro i quali hanno creduto nell’illusione di questi figuri….mi dicono che effettivamente non vedono alternativa, ma sono sempre più consapevoli del….nulla attuale. Saluto

  47. Roberto

    Grazie Mauro, grazie
    Il nostro paese non può morire per colpa di questi arroganti saccenti del nulla, non morirà.

  48. Una straordinaria persona.
    Ci vorrebbe un Mauro Berruto come segretario del PD.
    E se fosse lui prossimamente?!!!
    E’ un sogno, ma mi piace pensarlo.
    Un grande abbraccio

  49. Maurizio

    Mauro, il tuo scritto è ineccepibile. Condivido pienamente i tuoi pensieri e per questo, per il nostro Paese, mi sento molto triste ed impotente. Grazie. Un saluto.

  50. Persona arrogante, come quelli che contesta. Forse dovrebbe farsi delle domande, tipo come mai siamo arrivati a questo punto?, visto l’inversione di voto del popolo italiano?. Mi parla di ricerca, cultura,scienza un paese”altolocato” praticamente…Allora come mai il precedente governo ha ridotto fondi per ricerca, scuola, portatori di disabilità, istituzione del jobs act, (una vera inculata per i lavoratori),sanità,fuga dei nostri migliori cervelli all’estero, un ministro dell’economia che diceva che con 460 euro al mese si può vivere dignitosamente, ecc. potrei continuare all’infinito. Ma stiamo dicendo veramente??…il bello è che ci sono persone in questo sito/blog che gli danno pure ragione!!. Ma lo vedete come è messa la società di oggi??. O avete i paraocchi come i cavalli??. Istruzione nelle scuole a livello imbarazzante, lavoro a contratto da 1, 2,3 mesi poi magari a casa senza lavoro per 4 mesi. Questo è il futuro dei giovani che ha creato il tuo caro partito!!..O hai pure il coraggio di dire che queste cose le ha fatte il governo di adesso in 6 mesi. Non so quanti indagati avete nel partito, è questa la tua concezione di democrazia? Beh, il classico modo di fare dei compagni o sei con loro o sei fuori da tutto, perchè tutto ciò che non coincide con le loro idee è fascismo!!!.Ma per piacere…

    • Roberto Negro

      Il precedente governo (anzi, i precedenti, erano due) ha fatto l’esatto contrario di quello che lei lamenta, punto per punto. Se ne ha voglia potrei dimostrarglielo, ma ne dubito: chi commenta con questi toni è un legogrillino perfetto, che rifiuta tassativamente di confrontarsi.

    • Franca

      Il livello scolastico è imbarazzante? Benissimo, tutto verrà magicamente risolto trasformando i plessi scolastici in tempi pieni e la cultura rivivrà magicamente un magnifico Eldorado. Ma dai!!

    • Valter

      Buongiorno
      Condivido ed apprezzo la lettera di Mauro ( tanto)ma altrettanto il suo scritto in risposta anche per aver fatto sentire una nota diversa.
      In effetti il punto è :
      Non abbiamo saputo costruire in decenni un paese meno corrotto ( a posto io chi se ne frega), più economicamente sostenibile ( debito a quanto ? ), capace di capire che la conoscenza ( educazione e scuola ) possono farci vivere migliori insieme.
      Tutti d’accordo e scontenti ma se partiremo consapevoli che occorre partire dall’eliminazione dell’illegalità in tutti i suoi aspetti ( mafia, interesse privato, corruzione ecc.)forse tante contrapposizioni
      si scoprirebbero non esserci.
      Come si inizia ?

  51. Bruna

    Solo una parola:bravo!

  52. Floriana

    Sottoscrivo in pieno

  53. Daniele Grasso

    Mi sono scoperto gay, oggi. Ma solo a livello intellettuale. Sei un grande.

  54. osvaldo

    Sei un grande-
    complimenti-
    Grazie.

  55. Stefano

    Mah, talmente ben scritta e filante che la lunghezza non la rilevo affatto. Concordo in toto, coach!

  56. Applausi a scena aperta

  57. Marco bs

    Sig. Achille, non ha mai sentito parlare di ‘ voto di scambio? La più grande truffa mai fatta in un paese democratico è stata fatta il 4 marzo 2018. So che non è l’ unico motivo ma questo è certamente il maggiore

  58. nicola

    Il fatto che tu sia incazzato ti giustifica parzialmente. Tutti siamo incazzati. Ma la maggior parte degli Italiani li ha votati.
    Forse con calma bisogna convincere tutti ad interessarsi della politica, almeno per non cadere nel tranello ipocrita e disonesto delle prossime elezioni.
    E comunque questa misera politica va di pari passo col degrado morale imperante.
    Guardiamoci dentro singolarmente, anzi cominciamo a reimparare a guardarci dentro.

  59. Silvana

    Mi auguro che tutti coloro che hanno voluto questo sfacelo si ravvedano presto

  60. Paolo

    Condivido fino all’ultima virgola.
    Ora serve una forte riaggregazione delle persone civili e una sveglia agli ignavi.
    Poi questi sciagurati scompariranno dalla vista.
    Complimenti
    Paolo

  61. Giorgio

    Condivido TUTTO!, ma una sola cosa mi chiedo… che fare? Come estirpare il qualunquismo-populismo degli italiani, povera Italia e poveri noi, poveri di cultura, di idee oltre che di moneta….
    Risorgiamo per piacere!!!
    Grazie 🙏🏻

  62. vincenzo

    Sei stato grande e quello che hai pubblicato è semplicemente la verità.

  63. Marco

    Bellissime Parole condivido ciò che hai scritto l’unico grande problema che questa gente è stata votata da noi Italiani, giustamente in politica devono avere il diritto di poterci andare tutti buoni, cattivi, belli, brutti, intelligenti e imbecilli. Sicuramente ciò che servirebbero delle piccole caratteristiche da esporre sul trascorso della propria vita, essere stati capaci di gestire un’attività o aver occupato un posto di lavoro in modo onorevole dimostrando di non avere vissuto sulle spalle della comunità fino a ieri, non serviranno statisti ma almeno il sapere che tutte le scelte che farai porteranno il bene o la rovina del futuro non tuo, non raccogliere i voti dicendo cosa suggerito dagli algoritmi per poter raggiungere il quorum, ci va veramente poco a rimettere in piedi questo bellissimo paese ma di sicuro all’orizzonte non vedo nessuno fra tutti i politici capace di farlo, perfino i gamberetti sentendo le scelte fatte dai politici vanno a spiaggiarsi.

  64. felicenarcantonio

    E’ riuscito a sintetizzare quello che avrei voluto saper dire io. Sarà opportuno riproporlo spesso per sensibilizzare più persone possibili a rendersi conto dello sfacelo verso cui marcia l’Italia.

  65. Enrico Baroni

    Oltre che condividere in pieno il contenuto della lettera ai “cialtroni”, mi permetto di osservare che, se siamo arrivati a questo punto di indecenza, l’elettorato italiano l’ha consentito e l’ha voluto. E, se ciò e’ accaduto, lo e’ perché si e’ aperta, lo scorso 4 Marzo, la valvola di sfogo di una miriade di disillusioni e di insofferenze montate negli anni a causa delle negligenze dei governi passati.
    E poiché una valvola di sfogo non libera il suo contenuto in maniera ordinata e razionale, bensì d’impeto, il giudizio degli elettori si è manifestato, nella stragrande maggioranza dei casi, con un voto frutto di una ribellione allo status quo esistente, e basta. A prescindere dalle conseguenze. Nell’illusione che il termine “cambiamento” fosse di per se’ salvifico.
    Ora non ci resta che scontarle, queste conseguenze, confidando che l’accumularsi di così tanti errori nella gestione della cosa pubblica faccia a breve deflagrare questa massa di imbecilli, levandoli di mezzo per sempre.

  66. Sono arrivato in fondo alla tua bellissima lettera che condivido in pieno.
    Grazie

  67. Salvatore Sasso

    Un’analisi ben fatta.
    Speriamo che succeda presto la cacciata democratica di questi cialtroni. Purtroppo questi faranno ancora danni che per ripararli ci vorranno più anni di quelli in cui hanno governato, perché i danni non sono e saranno solo economici e finanziari ma soprattutto morali e civili.

  68. Margherita

    Grazie ne avevo bisogno
    Margherita Improta

  69. Piergiorgio

    Purtroppo e’ tutto vero, parola per parola. E il peggio deve ancora venire, perché non riesco ad immaginare quanto tempo ci vorrà per rimettere le cose a posto. Infatti si dice che si fa in fretta a disfare quanto e’ stato necessario un sacco di tempo per fare. Ricordate Mortadella, il Berlusca, Monti, Renzi ecc. ecc.? Quelli in confronto erano dilettanti!

  70. marco

    Condivido tutto ciò che ha scritto. Grazie!

  71. Alberto

    Il problema è sostituirli con chi… datemi un governo che dà valore al merito e alle capacità con umiltà e gentilezza, a costo di avere ministri dell’opposizione, un governo che dica ai cittadini che non si può spendere più di quanto si guadagna, che faccia una lotta senza tregua alla criminalità con l’esercito se necessario abbiamo delle intere regioni in mano alla mafia e camorra affronta e risolvi queste tre cose e cambierà per sempre il rapporto tra istituzioni e cittadini

  72. Grazia zecchini

    Condivido completamente. Analisi perfetta. Vorrei condividerla con i miei amici.come posso fare.? Non sono tanti pratica.

  73. 👏👏👏👏👏👏

  74. Dante Zanon

    Caro Mauro, sei riuscito ad esprimere in maniera che più completa e reale non si può, quello che sta accadendo nel nostro Paese. Grazie per averlo fatto con la speranza che la tua lettera smuova qualcosa e faccia ravvedere per tempo chi ancora non ha capito cosa ci sta succedendo. L’augurio che questi cialtroni vengano spazzati via è pienamente condiviso.

  75. E’ semplicemente perfetta! La vera Utopia non è l’Anarchia,come dicono, ma avere governi e parlamemto(Non solo in Italia) composti da persone capaci,serie e soprattutto oneste !Complimenti! Ciao

  76. Daniela Tagliacozzo

    Condivido parola per parola. Ma dobbiamo far qualunque cosa per non restare sepolti solo sotto la nostra angoscia

  77. Caro Mauro, mi ha fatto molto riflettere questa tua presa di posizione così netta e forte.
    Se mi chiedi se sono d’accordo, la risposta è che sì, penso anch’io la maggior parte delle cose che hai scritto. Con qualche distinguo. Dettagli.
    Però, al di là del contenuto, mi ha colpito il modo. Ho provato a scriverci su qualche cosa. Solo per capire…
    https://www.lucabaiguini.com/2019/01/berruto-governo.html
    A presto!

  78. Maria Cristina Buscioni

    Perfetto! Tutto è tragicamente vero. Non si fermi. Gli rimandi la lettera tutti i giorni. La faccia avere ad un giornale di sinistra. Gliela incolli sulla faccia. Se posso aiutarla. io ci sono.
    Maria Cristina

  79. Caterina

    Ottima analisi, ma le proposte per agire dove sono?aspettiamo le europee? Tutto molto teorico

  80. Condivido le sue parole e le faccio mie. Spero che altri personaggi dello sport, della cultura, dello spettacolo seguano il suo esempio. Non si può restare a guardare. Bisogna che chi ha notorietà in qualsiasi campo alzi la voce.

  81. Bravo Mauro! Condivido completamente. Tuttavia permettimi di dire che manca una cosa: il riferimento alla cosiddetta democrazia diretta. Infatti referendunm propositivo senza quorum + calendarizzazione per il Parlamento + vincolo di mandato + prevalenza comunque del testo referendario + qualche altra complicata alchimia = micidiale traformazione democratica della democrazia in una oligarchia, nella quale le leggi saranno fatte dai pochissimi manovratori della rete.Io lo sto denunciando sul mio blog http://www.trentoblog.it/riccardolucatti, anche sulla home page. Ma non basta: Gli anti UE chiedono un posto al Consiglio di Sicurezza dell’ONU per l’UE? Macccome? E’ chiaro che si aspettano che il populismo vinca alle europee e quindi cercano di governare l’ONU attraverso la “una rete delle reti”. Nooooo!

  82. Marcello

    Sono senza parole , ma non mi servono. Ha scritto tutto lei, in modo magnifico. Grazie

  83. Manolo

    Grazie di cuore. Mi ha fatto commuovere leggerla.

  84. Oriana Rispoli

    Caro Mauro Berruto, condivido pienamente tutto il contenuto della sua lettera e soprattutto ritengo che sia urgente e indispensabile farsi sentire, per reagire nei confronti di questi orribili governanti. Qualora lei organizzasse un’azione concreta, vorrei partecipare.
    Buon lavoro e grazie per questa importante e nettissima presa di posizione.
    Oriana

  85. Tiziana Falorni

    Condivido ogni parola, ogni virgola.
    Mi ritrovo in tutto quello che ha scritto, grazie!
    Forza! Riprendiamoci la Democrazia con la Bellezza

  86. Francesco

    Condivido tutto. È un Paese che non riconosco più. Purtroppo lasceranno le macerie e noi persone per bene, come al solito, ci dovremo rimboccare le maniche per risollevare il nostro meraviglioso Paese. Grazie per il tuo intervento

  87. P. Pazienti

    Non ho fb, non posso inviare un “like”, ma posso approvare energicamente.
    Sono anche stufa di coloro che si limitano a dare la colpa di questo sfacelo, di questo governo, ad altri, alla sinistra, al pd, ecc. Benche’ sia convinta che l’inizio risalga al grande corruttore, al berluska, resta il fatto che invece di cercare chi ha colpa, bisognerebbe assumersi la responsabilità di cambiare questo stato di cose. Come? innanzi tutto, cominciando a far sapere che non è vero che tutti gli italiani sono d’accordo, anzi che la maggioranza ha in obbrobrio “i cialtroni”, che non è solo Macron a pensare che siano vomitevoli, ridare il coraggio ai dissidenti di smentire i sondaggi, fare contro-campagne colpo per colpo con tutti i mezzi, affermare che l’opinione pubblica è contro di loro, che non vinceranno le prossime elezioni, che il loro tempo è già arrivato al termine, che è meglio per loro andarsene da soli prima di essere cacciati con scorno; in secondo luogo, proporre continuamente e sostenere con tutti i mezzi i contro-esempi, in tutti i campi di attività. Infine, per chi può, portare un contributo, finanziario e o di attività, a tutti coloro, enti, agenzie, associazioni, che si occupano fattivamente di contrastare l’attuale governo, i suoi metodi, la sua influenza, il suo potere, per accelerarne la scomparsa e iniziare di già la ricostruzione di un’Italia che non si vergogni più

  88. Federica

    Condivido in pieno il contenuto della tua lettera sono cose che penso anch’io.Vorrei qualche modo potere poterti aiutare non so come.
    Grazie

    • enrico

      Condivido in pieno le affermazioni del Mister. E’ chiaro che il populismo attecchisce su una massa di persone che non ha nessuna voglia di pensare prima di parlare o che non ha mai pensato. La massa è “liquida” e basta un luogo comune a farle cambiare idea o farla diventare giustizialista o atteggiarsi a pura e onesta. E siccome non pensa non riflette, ad esempio, sui 48 milioni di euro che la Lega non sa che fine abbiano fatto o ai conflitti di interesse della nota società di informatica che si sta arricchendo con questo governo. Certo, chi c’era prima poteva fare meglio e soprattutto non fare sbagli che oggi ci stanno costando molto cari. Ma finchè al governo avremo politici e non statisti i risultati purtroppo non potranno che essere questi.

  89. maria teresa

    Sottoscrivo ogni parola di questa lettera
    con immensa tristezza e ahimè con
    poca speranza.

  90. Riccardo Vicerè

    Condivido il pensiero.
    Il problema è che è facile criticare ma serve un qualche rappresentante politico al quale fare affidamento per poter provare a cambiare le cose e sinceramente non vedo nulla di adatto nel panorama politico attuale.
    Anni fa Berlusconi, quando scese in politica, sembrava poter rappresentare quel rappresentante delle aspirazioni dei cittadini che erano ormai stanchi dei politici del tempo, ma abbiamo visto tutti cosa è stato di drammatico. Oggi ci troviamo nella stessa situazione: abbiamo premiato due forze politiche che si sono qualificate diverse dai politicanti attuali (anche se la Lega….) ma la situazione è quella che è stata descritta nella lettera di Mauro Berruto.
    E’ sufficiente rimanere e lottare? Ho paura di no!
    Non vedo prospettive e questo mi atterrisce.

  91. Valeria

    Grazie. Veramente: grazie!

  92. della torre eugenio

    sono d’accordo, purtroppo gli italiani hanno affidato il paese a degli incompetenti, fascisti e razzisti.

  93. ANTONIO

    SCUSA MAURO SE HO FATTO UN COPA INCOLLA SU FACEBOOK

Lascia un commento a Marsia

  • RSS
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn
  • YouTube