Default di chi?

Se invece di chiamarlo “default” lo chiamassimo “fallimento” forse sarebbe più chiaro che ciò che fallisce non soltanto è un Paese, una trattativa, un bilancio economico. Fallisce quell’idea meravigliosamente visionaria degli Stati Uniti d’Europa, fallisce l’idea di un’ Europa dei popoli, capace di prendersi cura dei suoi ultimi. Non fallisce la Grecia, fallisce un’idea alla quale io stesso ho tanto creduto: quella di un’ Europa di cui essere orgogliosi. Non mi sento più cittadino europeo. Sono un italiano che ha passato tre anni della propria vita in Grecia, imparando lì la dignità della bellezza, anche quando sfiorisce, e la forza indistruttibile che l’orgoglio della propria storia restituisce ad un popolo. Ho ricevuto da quella gente il dono prezioso dell’ospitalità, l’insegnamento di come si può far sentire a casa propria uno straniero. Non lo dimenticherò mai e starò, sempre e per sempre, dalla parte di chi oggi difende, in qualunque modo, quella storia, quella dignità, quella cultura, quella bellezza. La Grecia è un patrimonio dell’umanità, è persino lezioso stare ad elencare quello che ha donato al mondo. Questa umanità, se ancora esiste, si prenda cura della Grecia, oggi. Non si restituirà mai abbastanza ma che possa finalmente iniziare il British Museum di Londra con i marmi del Partenone! Io penso al mio angolo di Grecia, il tempio di Poseidone a Capo Sounio, da dove si vede un tramonto da far perdere il fiato. Mi siedo su una colonna e lo guardo da lì, questo tramonto dell’Europa. Mi siedo e lo guardo con gli occhi di chi ci ha creduto ma che poi, quando deve scegliere, sceglie senza nessun dubbio per il posto dove batte il cuore. ‪#‎εγώείμαιΈλληνας‬

4 Commenti

  1. Claudio Civa

    Condivido!!!
    Perchè non mettiamo sulle nostre maglie anche una bandierina o un simbolo della Grecia, per solidarietà?
    Saluti…e forza azzurri!

  2. Claudio Civa

    Concordo!
    Potremmo inserire la bandiera o un simbolo greco sulla nostra maglia, come piccolo gesto di solidarietà…
    Forza azzurri!

  3. Marco Meotto

    Grazie per queste belle parole.
    La Grecia siamo tutti noi!

  4. its easy to write sentences,its easy to have an opinion, its easy to love, its difficult to hear “between” the lines, where words are wisdom, thoughts are flags, love is passion. I have nothing to offer but an attention to a friend, cause deep inside of me i am also latin and a cooffe (greek) with a loukoumi and a glass of water (cold) for my appreciation as Greek. grazie per tuti fratteli “forum et solitudine sunt MAGNA INCITAMENTA COGITATIONIS” Oratio ……

Lascia un commento

  • RSS
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn
  • YouTube