Il mio #IceBucketChallenge

Raccolgo con piacere l’invito di Cristian Savani e continuo a tenere viva la catena di solidarietà per la raccolta di fondi al fine di sostenere la ricerca contro la SLA. Questa è l’unica finalità e la grande bellezza di ciò che l’Ice Bucket Challenge ha messo in moto. Finalità che certamente prescinde da ogni forma di auto-celebrazione a suon di secchiate in testa e bellezza perché si differenzia clamorosamente da quella idiota che circolava qualche tempo fa e che invitava all’abuso di superalcolici.

Per questo motivo invito tutti a sostenere con un contributo economico la fondazione Stefano Borgonovo (www.fondazionestefanoborgonovo.it) alla quale oggi effettuerò la mia donazione, senza però, vi prego, sventolare copie di bonifici… Semplicemente fatelo e fatelo fare.

Nello specifico, per tenere vivo questo flusso di solidarietà, invito tre “squadre” a fare una donazione alla Fondazione Stefano Borgonovo. Perché i gesti di solidarietà sono ancora più belli quando nascono come condivisi…(che in fondo è anche la storia dell’Ice Bucket Challenge):

1) Il mio staff della Nazionale Seniores Maschile di pallavolo nella persona di PIERO BENELLI (medico e ‘capitano onorario’ dello staff stesso)

2) Il mio collega SANDRO CAMPAGNA in rappresentanza dello staff della nostra Nazionale maschile di pallanuoto (voi non avrete problemi a trovare l’acqua che serve!)

3) Tutto la mia squadra del cuore: il Torino f.c. nella persona del mitologico KAMIL GLIK (“Capitano, mio Capitano!”).

Siate generosi e se poi vi piace l’idea fatevi pure una doccia gelata! A me questa seconda idea non piace e non vedrete il mio filmato. Che sia chiaro però che non mi scandalizzo di certo se le secchiate d’acqua servono a portare secchiate di denaro nel posto giusto. Invece di un filmato posto una vignetta che magari fa un po’ pensare. Senza fare il moralizzatore, senza fare il bigotto. Semplicemente: ricordiamoci che anche l’acqua è un bene da conservare. In sostanza: contro la SLA e a favore del risparmio dell’acqua!

Acqua!

 

2 Commenti

  1. Vittorio

    Esistono ancora per fortuna,in questo mondo di persone che si limitano a apparire, personaggi CONCRETI! E la cosa mi ridà un minimo di fiducia nelle persone,in particolare in quelle che hanno un’immagine pubblica e a maggior ragione,col loro esempio concreto,possono smuovere l’opinione pubblica. Grande Mauro !! non ti conosco personalmente ma ero pure io membro attivo dell’oratorio di S.Bernardino dove ho passato tanti anni della mia gioventù e ancora tuttora abitante di Borgo S.Paolo
    Condivido pienamente la vignetta che senza falsi moralismi comunque permette di pensare e ricordare che non servono le semplici dimostrazioni pubbliche se poi non sono seguite da fatti concreti.

  2. Paola

    Ho notato anche io questo voler apparire sui social network per esibire il famoso “Ice Bucket Challenge”. Ma a parte questa se vogliamo simpatica dimostrazione, anche io penso due cose:
    che l’acqua serve a chi non ce l’ha ma anche a chi ce l’ha e quindi non sprechiamola!
    e soprattutto speriamo che tutte queste persone abbiamo donato davvero qualcosa per una giusta causa.
    Tifosa della Pallavolo, della Fiorentina e del grande Berruto che non si è smentito neanche questa volta.

Lascia un commento

  • RSS
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn
  • YouTube