Domani

Domani si ricomincia, con il ritrovo a cena dello staff, nel ritiro di Monza.

Mercoledì arriveranno invece i primi 14 atleti. Non ci saranno ancora tutti, naturalmente. Non ci saranno i protagonisti dell’unica semifinale che arriverà a gara3, non ci saranno quelli che saranno i protagonisti delle due finali italiane, il V-Day e quella che mette in palio la partecipazione alla Challenge Cup 2012/13, non ci sarà Mika Lasko ancora impegnato nella finale per il 3/4 posto in Polonia.

Peró da domani sera la macchina si rimette in moto e si incomincia tutti, nessuno escluso, a lavorare per il più bello degli obiettivi, per la più entusiasmante delle estati.

Vogliamo restare consapevoli, umili e determinati. Vogliamo rimettere insieme tutte quelle cose belle che in poco tempo, nella scorsa stagione, questo gruppo ha fatto vedere. Vogliamo migliorare le cose che la scorsa stagione ci ha indicato come migliorabili: ce ne sono tante e quello sarà il nostro tesoro.

Torniamo con la stessa voglia di fare fatica, con la stessa determinazione e con lo stesso entusiasmo che abbiamo scoperto in noi e che abbiamo scoperto essere nel dna di questa Squadra Nazionale. Vogliamo tornare così per poter meritare lo stesso affetto da parte dei nostri tifosi.

Vogliamo essere sognatori ma con i piedi ben piantati sulle nuvole, come diceva Flaiano.

Ricominceremo con Jack Sintini. Uno di noi che senza troppa teoria e con la sua semplice presenza, ci saprà spiegare come si fa a vincere le battaglie. Bello essere noi utili a lui e lui utile a noi: si chiama “gioco di squadra”.

Ricominceremo, per il primo momento con la squadra al completo, martedì 24 aprile a Ravenna, rendendo omaggio al Bovo, un uomo che ha sognato e che ci ha fatto sognare indossando quella maglia azzurra che la sua Federica gli ha voluto far vestire nel suo ultimo viaggio e per sempre.

Ricominceremo con le nostre emozioni, con le nostre storie individuali e con quelle storie che lo sport ha sempre raccontato e per sempre saprà raccontare. Spesso di gioia, qualche volta tristi, bisogna saperle ascoltare entrambe.

Ricominceremo a far volare i palloni quando esattamente mancheranno 100 giorni alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Londra.

Mi vengono in mente due cose: 1) nulla succede per caso 2) finalmente!

Mauro

 

5 Commenti

  1. Susanna

    Domani si ricomincia a sognare…
    Sperando di ascoltare una storia a lieto fine..
    Buon lavoro a tutti voi!!!!

  2. Valeria

    Ciao Mauro, fino a quando siete a Monza? Sono sempre aperti al pubblico? Grazie in anticipo!

  3. Lorenza

    e tutti noi cercheremo di accompagnarvi “verso il sogno olimpico”!!!!!

  4. franco

    …in bocca al lupo Mister!
    Ti ho “conosciuto” a Trento in occasione del regional day e mi ha affascinato il tuo modo di porre le cose, anche quelle che a prima vista, superficialmente, sembrano banali!
    Genio o matto sognatore? Non saprei… ma almeno qualcuno che ci riprova…
    Grazie Mauro.

  5. Daniela

    Quando posso vado ai palazzetti, altrimenti seguo in TV quasi tutto, non tifando una squadra in particolare. Sono venuta a Vienna ma non ci sarò a Sofia, son felice di soffrire davanti allo schermo e di poter tifare una squadra in particolare, la nostra.
    Un abbraccio longobardo.

Lascia un commento

  • RSS
  • Twitter
  • Facebook
  • LinkedIn
  • YouTube